Categoria: giardino

Quanto il freddo cambia il colore alle ortensie facendole arrossare e al tatto sembra di toccare fiori di carta è il momento di raccogliere le più belle mettendole nei vasi per abbellire la vostra casa. Si conservano così senza appassire anche per anni. Le ortensie infatti non possono essere fatte seccare fresche come avviene per altri fiori come le rose ad esempio, appassirebbero inesorabilmente, devono invece essere fatte seccare sulla pianta. Io vi confesso che, una volta raccolte, le faccio stazionare per un paio di giorni in garage o in lavanderia per evitare di portarmi in casa ragnetti e/o cimici che nel giardino d’autunno è normale trovare tra i fiori. Soltanto dopo questa specie di quarantena le ortensie trovano posto in casa. Provate se le avete in giardino o fatevele regalare, sono di sicuro effetto decorativo.

Piccole melagrane crescono.

Il melograno è stato piantato nel nostro giardino perché è simbolo di abbondanza.

Il primo anno tememmo che fosse gelato, dopo un inverno particolarmente rigido, in realtà il melograno mette le gemme per ultimo, dopo tutte le altre piante e per fortuna ottenne un po’ di dilazione all’estirpazione.

Poi per tre anni pensammo che fosse solo da fiore e non da frutto perché nemmeno una melagrana spuntava sui rami.

Negli ultimi tre anni finalmente sono arrivate le melagrane e negli ultimi due anni è stato davvero un trionfo.

Così ho anche imparato una cosa: che se nei rami più vecchi vedete delle spine sappiate che la pianta è da frutto e non da fiore.

Io l’ho scoperto dopo essermi punta, voi cercate le spine solo con gli occhi. Parola di Zeta.