Tag: giardino

Se conoscete qualcuno che ha un melograno chiedetegli qualche melagrana (che in questo periodo arriva a maturazione) non solo per mangiarle, perché le nostre melagrane sono brusche e non dolci come quelle che vengono da Israele, ma per farle seccare e tenere in casa come buon auspicio e abbondanza perché è questo il significato più antico della melagrana. Io lo faccio ogni anno, il segreto è tenerla in un luogo fresco e asciutto e possibilmente dove ci sia circolazione di aria anche sotto (tipo una cesta), altrimenti dovrete girarla di frequente. Asciugherà conservando comunque il suo bel colore e rallegrerà la vostra casa. Comunque quelle più mature meritano di essere spremute anche se il succo richiederà un po’ di zucchero per essere più gradevole. Io lascio comunque i frutti più piccoli sulla pianta perché una volta matura si aprirà, come un bellissimo sorriso e farà la felicità degli uccellini che andranno a beccarne i semi.

Quanto il freddo cambia il colore alle ortensie facendole arrossare e al tatto sembra di toccare fiori di carta è il momento di raccogliere le più belle mettendole nei vasi per abbellire la vostra casa. Si conservano così senza appassire anche per anni. Le ortensie infatti non possono essere fatte seccare fresche come avviene per altri fiori come le rose ad esempio, appassirebbero inesorabilmente, devono invece essere fatte seccare sulla pianta. Io vi confesso che, una volta raccolte, le faccio stazionare per un paio di giorni in garage o in lavanderia per evitare di portarmi in casa ragnetti e/o cimici che nel giardino d’autunno è normale trovare tra i fiori. Soltanto dopo questa specie di quarantena le ortensie trovano posto in casa. Provate se le avete in giardino o fatevele regalare, sono di sicuro effetto decorativo.

Fuori è tutto nuvoloso, foschia e pioggia sottile ma io sono comunque felice. Guardare fuori e vedere un panorama così mi gratifica comunque e poi c’è il silenzio, il meraviglioso silenzio di questo posto. A volte non accendo nemmeno la musica per godermi il silenzio. Non ho paura del silenzio, non devo riempire vuoti con i rumori e la confusione. Mi piace stare sola con i miei pensieri. Mi riconcilio con il mondo. L’autunno ha un effetto benefico si di me. Mi riporta la pace. Settembre è il mio mese ed è sempre un nuovo inizio, come un capodanno. Chissà cosa mi porterà questo nuovo inizio, aspetto di scoprirlo bevendomi un caffè con lo sguardo perso nel vuoto e un vago sorriso sulle labbra.